Peptidi: cosa sono e i benefici per la pelle

Peptidi: cosa sono e i benefici per la pelle

I peptidi, conosciuti anche come polipeptidi, si trovano naturalmente nella pelle ma oggi si possono trovare in moltissimi prodotti indicati proprio per la cura dei problemi cutanei, e per una buona ragione. Sono aminoacidi che costituiscono alcune proteine necessarie per la cute. 

Più specificatamente, il collagene è composto da tre catene polipeptidiche. Per questo motivo, l’aggiunta di particolari peptidi all’interno dei prodotti di skincare quotidiana può stimolare la pelle a produrre più collagene, e quindi ad avere un aspetto più sodo, giovane e rimpolpato. 

Il corpo produce collagene in maniera naturale, ma nel tempo questa produzione diminuisce a tal punto da far apparire la pelle segnata, meno uniforme e spenta. Vale la pena quindi investire in prodotti ricchi di peptidi? Quali tipologie di peptidi esistono e come scegliere la formulazione più adatta alla propria pelle?

Qui analizzano la scienza alla base dei peptidi, come funzionano i peptidi in cosmetica e cosa fanno effettivamente per la pelle e il corpo, e come è possibile ottimizzare l’utilizzo dei peptidi attraverso le migliori formule per la cura della pelle a base di peptidi.

Che cosa sono i peptidi?


I peptidi, come abbiamo già detto, sono stringhe di aminoacidi, ossia i “mattoni” delle proteine del nostro corpo. Fungono da elementi costitutivi non solo per la formazione di nuovo collagene ma anche per le fibre e l’elastina, in grado di aggiungere compattezza ed elasticità ai tessuti.

Mano di donna con targetta aminoacidi



Oltre ad essere essenziali per la struttura e la funzione della pelle, i peptidi fungono spesso da messaggeri biologici. L’organismo ha quindi bisogno dei peptidi in quanto questi rappresentano la componente principale di enzimi, ormoni e forniscono una buona dose di energia.

Inoltre, i peptidi possono essere più facili da assorbire per il corpo rispetto alle proteine ​​perché sono più piccoli e più scomposti. Possono penetrare più facilmente nella pelle e nell'intestino, il che li aiuta a distribuirsi più rapidamente nel flusso sanguigno; ecco perché i peptidi per la pelle sono essenziali.

Le principali fonti di peptidi sono sia animali che vegetali, come ad esempio le uova, le lenticchie, la soia, l’avena, i semi di lino e il grano. Gli effetti che i peptidi hanno sul corpo dipendono dalla sequenza di aminoacidi che contengono: i più conosciuti sono quelli bioattivi, che possono avere un effetto benefico e un impatto positivo sulla salute della persona. Gli integratori peptidici più comuni sono appunto quelli di collagene, indicati per la salute della pelle e per intervenire nel processo di invecchiamento, e i peptidi della creatina, utilizzati per l’aumento di forza e massa muscolare.

 

Come funzionano i peptidi sulla pelle?


Quindi, se i peptidi sono già presenti nel corpo, perché abbiamo bisogno di integrarli? La risposta, secondo gli esperti, è l'invecchiamento. Dopo i 30 anni, infatti, l’1% del collagene si perde e i canali di comunicazione naturali della pelle rallentano. I peptidi non funzionano come un principio attivo normale, piuttosto sono dei segnali che indicano al corpo di dover agire in una determinata situazione, ad esempio creando più collagene, oppure, se si vuole guarire da un infortunio, per concentrare la riparazione in una determinata articolazione.

Prima e dopo trattamento contorno occhi

In pratica, spalmare una crema o un siero sulla pelle, induce il corpo a credere che vi sia un qualche danno sulla pelle e questo genera più collagene per riparazione. Per questo i peptidi fungono da stimolatori della produzione di collagene e quindi aiutano a non invecchiare.

Prima e dopo trattamento macchie viso

 

Tipi di peptidi


Quando si parla di cura della pelle, non tutti i peptidi sono uguali: esistono infatti alcuni peptidi specifici che sono più efficaci sulla pelle rispetto ad altri. I peptidi vettori, ad esempio, forniscono alla pelle tracce di minerali in grado di aumentare il collagene. Al contrario i peptidi inibitori agiscono rallentando la scomposizione del collagene nella pelle.

I peptidi segnale inviano messaggi a diverse parti della pelle per promuovere collagene, elastina e altre proteine; e i peptidi neurotrasmettitori, ritenuti da alcuni come simili al Botox, bloccano il rilascio di sostanze chimiche che causano la contrazione muscolare delle rughe di espressione, levigando così la pelle.

I peptidi inibitori dei neurotrasmettitori

Hanno la funzione di rilassare i muscoli facciali in modo che la contrazione sia minima. In questo modo aiutano a ridurre le rughe, sia quelle d’espressione che quelle più intense. Secondo lo studio del 2009 dell’International Journal of Cosmetic Science, i peptidi neurotrasmettitori sono in grado di ridurre il 30% di alcuni tipi di rughe.

Tra i peptidi bioattivi di questo genere troviamo:

  • Acetyl-hexapeptide-8: conosciuto anche con il nome di Argirelina e ha un effetto simile al botox che impedisce il rilascio di catecolamine e agisce con un miorilassante. In pratica, dopo alcuni giorni di utilizzo riduce la contrazione dei muscoli facciali.
  • Palmitoyl Pentapeptide-3: conosciuto anche come Matrixyl e spesso utilizzato insieme all’Argirelina. Anche in questo caso vengono inibite le contrazioni muscolari e stimolate le cellule del derma nella produzione di nuovo collagene e acido ialuronico.
  • Palmitoyl Hexapeptide-19.
  • Tripeptide-3.

I peptidi di segnale

Anche chiamati palmitoil pentapeptidi, i peptidi segnale sono molto comuni e contenuti in moltissimi prodotti cosmetici proprio perché stimolano la produzione di collagene, elastina e altre proteine strutturali e indispensabili per avere una pelle più soda e piena.

Tra i più famosi peptidi di segnale troviamo:

  • Palmitoyl Dipeptide-6
  • Palmitoyl Tripeptide-1, noto come Biopeptide CL
  • Palmitoyl Tripeptide-5, un lipo-peptide che favorisce la sintesi del collagene
  • Palmitoyl tripeptide-28
  • Palmitoyl Tripeptide-38, noto anche come Matrixyl Synthe 6
  • Tripeptide-1 (GHK)
  • Oligopeptide-10, un antinfiammatorio efficace contro la forfora e la dermatite.

I peptidi vettori

Si tratta di portatori, infatti prendono il nome dal loro ruolo nel fornire oligoelementi come rame e magnesio alla pelle. Il rame è un ingrediente particolarmente popolare per la sua capacità di migliorare la produzione di collagene.

Inoltre, i complessi di rame combattono l’aspetto del fotoinvecchiamento della pelle schiarendo le macchie dell’età. Facilitano il trasporto all’interno dell’organismo di altre sostanze, come molecole bioattive oppure chelando i metalli. Il peptide di questo tipo maggiormente noto è il GHK-Cu o anche copper peptide di segnale che diventa vettore quando forma dei complessi con il rame (Cu).

I peptidi inibitori degli enzimi

Come suggerisce il nome, i peptidi inibitori degli enzimi agiscono frenando il naturale processo di perdita del collagene da parte del corpo. I peptidi derivati ​​dalle proteine ​​del riso agiscono per trattenere più collagene, mentre alcuni peptidi derivati ​​dalla soia possono aiutare a prevenire la pigmentazione.

Alcuni di questi inibitori sono:

  • Oligopeptide-20.
  • Cyclo.
  • Dipeptide-2 e Acetyl Tetrapeptide-5: questo peptide, conosciuto anche come Eyeseryl, migliora il drenaggio linfatico o inibisce l’ACE (Angiotensin-Converting Enzyme). In questo modo agisce agevolando il riassorbimento di edema sottocutanei ed è particolarmente efficace contro borse e occhiaie

Spesso si tratta di peptidi di origine naturale estratti dalla soia, dal riso oppure dalla seta.

I principali benefici dei prodotti contenenti peptidi


La molecola di collagene è in realtà troppo grande per essere assorbita attraverso la pelle e quindi da molti viene assunta tramite integratori. I peptidi, al contrario, possono essere assorbiti dalla pelle per poi entrare in circolazione ed essere usati dal corpo. Incorporare i peptidi nella routine di cura della pelle ha molti vantaggi:

  1. Migliora la barriera cutanea: la barriera cutanea è la linea di difesa del corpo contro i batteri, i raggi UV, l’inquinamento e altre tossine. La barriera cutanea può essere danneggiata da un’esfoliazione eccessiva oppure da altri fattori che la indeboliscono, come il fumo o l’insonnia. Per questo i peptidi intervengono costruendo una barriera più forte e resistente. 
  2. Riduce l’aspetto delle rughe: uno degli scopi principali dei peptidi in ambito cosmetico è senza dubbio quello di attenuare l’aspetto delle rughe grazie al boost di collagene in grado di rendere la pelle più soda, luminosa e rimpolpata. 
  3. Rende la pelle più elastica: non solo collagene, i peptidi costituiscono anche le fibre di elastina, anch’essa un tipo di proteina in grado di rendere la pelle più soda ed elastica. 
  4. Ridurre le infiammazioni e agire sulle eruzioni cutanee: alcuni peptidi sono antimicrobici, nel senso che hanno effetto anche sui batteri che causano l’acne riparando la pelle danneggiata. 

I benefici dei peptidi si attestano attraverso un uso costante e prolungato nel tempo. Per questo motivo è importante inserire dei prodotti a base di peptidi nella skincare e applicarli quotidianamente per ottenere gli effetti desiderati. Ugualmente importante è scegliere i prodotti più adatti alla propria pelle, formulati con principi attivi naturali. 

Le formule peptidiche di LeLang 


LeLang ha coniugato una serie di prodotti naturali e materie prime di qualità con peptidi specifici per ogni esigenza di pelle. I prodotti Must Have di LeLang, come ad esempio la Formula Eyes Duo Peptide + Coffein è formulato con i peptidi dinamici funzionali ad azione mirata Acetyl Hexapeptide-8 e Acetyl Tetrapeptide-5. 

L’Acetyl Hexapeptide-8 svolge un’attività simile a quella della tossina botulinica, è dunque in grado di ridurre la comunicazione tra i nervi e i muscoli mimici. L’ Acetyl Tetrapeptide-5 è invece un inibitore dell’ACE (Angiotensin-Converting Enzyme) e quindi migliora il drenaggio linfatico.

Insieme questi peptidi riescono ad agire contro borse e occhiaie e ad attenuare le rughe del contorno occhi.  La cute appare quindi distesa e illuminata. Il prodotto agisce in maniera intensiva anche grazie all’ausilio di acido ialuronico e caffeina, uno per l’idratazione e il secondo per migliorare e rafforzare la microcircolazione.

Il contorno occhi è una zona del viso particolarmente delicata, in cui la pelle è sottile e le linee del tempo più visibili. Per questo motivo si tratta di una zona che va trattata in maniera differente rispetto al resto del viso.

La formulazione di Vitis Eyes Contour è pensata proprio per agire in questa zona delicata combattendo i segni del tempo. Combinando l’azione dei due speciali peptidi, Acetyl Hexapeptide-8 e Acetyl Tetrapeptide-5, si potranno ottenere risultati a livello di riduzione dei segni del tempo e perdita del gonfiore tipico delle borse. Insieme a estratto di vite rossa e acido ialuronico, il siero contorno occhi idrata questa zona e la rende viva e luminosa. 

Le formule peptidiche di LeLang Advanced Skincare non finiscono qui: oltre al contorno occhi, infatti, LeLang ha pensato a un prodotto ideale per la pelle del viso, una crema antiage viso Perlage in grado di stimolare la produzione di collagene. Come? attraverso l’Argirelina Amplificata, un peptide in grado di distendere la pelle e fornire un effetto liftante immediato.

Perlage è arricchita da micro sfere di Vitamina E che danno il nome al prodotto e che funzionano ad azione graduale, penetrando nella pelle e riducendo i danni causati dai radicali liberi. 

 

Siero occhi anti età, antirughe, borse e occhiaieCrema contorno occhiCrema viso antiossidante